BRC – IFS, ISO 22000, ISO 9001

Certificazioni volontarie

BRC, IFS, ISO 22000, FSSC 22000  sono le certificazioni più richieste nel settore alimentare.

Tutte le certificazioni si basano su un sistema HACCP integrato a procedure di buone norme di lavorazione e un sistema di gestione.

Da sottolineare che questi standard volontari ampliano il raggio di controllo e di azione anche ad aspetti più documentali quali ad esempio il controllo di etichette alimentari, il confronto delle tabelle nutrizionali riportate in etichetta con i risultati analitici, ed altri aspetti legati ai requisiti specifici.

La ISO 9001 : 2015 invece, è un sistema di gestione generico sul quale è possibile costruire altri sistemi più complessi che comportano altri tipi di vantaggi per le aziende. Scopri di più sulla ISO 9001.

Lo standard BRC Food

 

brc food standard-bookL’ultima versione del BRC vs 7 (global standard for food safety) è stata pubblicata a Gennaio 2015 e si applica dal 1 Luglio 2015.

Lo standard volontario BRC è stato voluto dalla GDO anglosassone ed è suddiviso in 7 capitoli

  1. Impegno della direzione
  2. HACCP
  3. Sicurezza Alimentare e Sistema di gestione della qualità
  4. Standard dello stabilimento
  5. Controllo del prodotto
  6. Controllo dei processi
  7. Personale

L’applicazione in un’azienda di produzione alimentare dello standard BRC porta benefici in termini sia di mercato (voluta dalla GDO) sia in termini di organizzazione e maggiore sicurezza del prodotto.

Fanno parte della stessa famiglia BRC anche altri standard pensati per i diversi attori della filiera agroalimentare fra i quali:

  • BRC STORAGE AND DISTRIBUTION per le aziende che fanno stoccaggio e logistica di prodotti alimentari;
  • BRC AGENTS AND BROKERS per le società che fanno da intermediari di prodotti alimentari;
  • BRC PACKAGING AND PACKAGING MATERIALS  per le aziende produttrici di imballi e materiali a contatto con gli alimenti.

 

Lo standard IFS Food

 

ifs foodL’IFS: lo standard IFS (International Food Standard), arrivato alla sesta ed il cui ultimo aggiornamento risale ad Aprile 2014, è applicato dalla GDO francese, tedesca e italiana.

Lo standard IFS è suddiviso in 6 capitoli

  1. Responsabilità della direzione
  2. Sistema di gestione per la qualità e la sicurezza alimentare
  3. Gestione delle risorse
  4. Pianificazione e processi di produzione
  5. Misurazioni, analisi, miglioramento
  6. Food defence e ispezioni esterne

 

L’applicazione in un’azienda di produzione alimentare dello standard IFS porta benefici in termini sia di mercato (voluta dalla GDO) sia in termini di organizzazione e maggiore sicurezza del prodotto.

Fanno parte della stessa famiglia IFS anche altri standard pensati per i diversi attori della filiera agroalimentare fra i quali:

  • IFS LOGISTICS per le aziende che fanno stoccaggio e logistica di prodotti alimentari;
  • IFS BROKER per le società che fanno da intermediari di prodotti alimentari;
  • IFS PACSECURE per le aziende produttrici di imballi e materiali a contatto con gli alimenti;
  • IFS WHOLESALE/CASH AND CARRY  per i grossisti e I cash and carry.

 

Gli standard BRC e IFS sono facilmente integrabili l’uno con l’altro e poggiano le loro fondamenta su un sistema ISO 9001.

Anche la ISO 22000 con FSSC 22000 è facilmente integrabile agli standard BRC e IFS.

IFS e BRC sono riconosciute da GFSI (Global Food Safety Initiative) ovvero il più autorevole gruppo di interesse di aziende agroalimentari.

ISO 22000

 

è lo standard del sistema internazionale ISO per la sicurezza alimentare.

La ISO 22000:2005 Sistema di gestione per la sicurezza alimentare è stata pubblicata nel Settembre 2005 quale contributo del International Standard Organization (ISO) alla Sicurezza Alimentare.

Il sistema ISO 22000 è suddiviso in 8 campitoli secondo la classica struttura delle norme  ISO:

  1. Scopo e campo di applicazione
  2. Riferimenti normativi
  3. Termini e definizioni
  4. Sistema di gestione per la sicurezza alimentare
  5. Responsabilità della direzione
  6. Gestione delle risorse
  7. Pianificazione e realizzazione di prodotti sicuri
  8. Validazione, verifica e miglioramento del sistema di gestione per la sicurezza alimentare

FSSC 22000

 

La FSSC 22000 nasce dalla necessità di armonizzare la ISO 22000 (sistema di gestione) con i più elevati standard quali IFS e BRC.

La certificazione FSSC 22000 diventa così il quinto standard riconosciuto dalla GFSI (Global Food Safety Initiative) insieme a BRC, IFS, SQF 2000 e Dutch HACCP.

Produzione Biologica & GlobalG.A.P.

La produzione biologica è un sistema di produzione basato sul rispetto della biodiversità e dell’ambiente; limita o esclude l’utilizzo di prodotti di sintesi e di organismi geneticamente modificati.

I regolamenti 834/07 e 889/08 dell’Unione Europea descrivono i comportamenti che ciascun produttore è tenuto a seguire per poter indicare in etichetta i propri prodotti come biologici.

Certificarsi come operatore del settore biologico apre la porta a mercati in continua crescita, consentendo di certificare il proprio impegno nei confronti dell’ambiente e della qualità della produzione.

 

GlobalG.A.P:

Lo standard di certificazione GlobalG.A.P. è stato adottato dalla grande distribuzione internazionale come standard di riferimento  per certificare la sicurezza e la qualità dei prodotti agro-alimentari.

Il protocollo GlobalG.A.P. definisce le buone pratiche agricole ( G.A.P. > Good Agricultural Practice ) relative agli elementi essenziali per lo sviluppo della best practice (migliore tecnica) applicabile alle produzioni agricole, agli allevamenti e acquacoltura.

È stato recentemente integrato con la certificazione GLOBALGAP “Chain of Custody”, che può essere richiesta da tutti gli operatori della filiera agroalimentare che attuano un processo manipolazione, condizionamento e vendita all’ingrosso.

Certificazione Vegan

 

Certificazione Vegana: sono molteplici le possibilità che offre il mercato della certificazione Vegana sia in termini di autocertificazione che con riconoscimento da parte di un ente terzo.

In ogni caso integriamo i vostri sistemi HACCP al fine di soddisfare i requisiti di una certificazione vegana.

Certificazione Kosher

 

La certificazione Kosher è rilasciata esclusivamente da un ente rabbinico specializzato nella certificazione kosher.

Certificazione Halal

 

Certificazione HALAL e Simply Halal:  in un contesto di globalizzazione la certificazione HALAL è un’opportunità commerciale importante che si applica a tutte le piccole, medie e grandi imprese del settore agroalimentare, cosmetico farmaceutico e chimico.

La certificazione Simply HALAL si applica al settore turistico-ricettivo ed è in relazione a servizi dedicati per i clienti musulmani.

Possiamo integrare i vostri sistemi di gestione per la sicurezza alimentare con i requisiti per la certificazione HALAL.

  Vuoi essere contattato per un Preventivo Gratuito?

Needs
Invio

Serve aiuto?

Rispondiamo dalle dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 18:00, dal lunedì al venerdì.
Chiamaci allo 06 7840919 , oppure scrivici a info@gruppomaurizi.it