Sicurezza Ambientale

Autorizzazione Scarichi Idrici

La consulenza ed il supporto di Gruppo Maurizi è un servizio relativo all’ottenimento dell’autorizzazione allo scarico per tutte le attività soggette alla normativa vigente.

I gestori di impianti, stabilimenti e in genere chi deve dotarsi di uno scarico delle acque reflue.

Cosa è l’autorizzazione allo scarico?

L’art. 124 comma 1 del Dlgs 152/2006 e s.m.i. afferma che tutti gli scarichi debbano essere preventivamente autorizzati dall’autorità competente in quanto sono disciplinati in funzione del rispetto degli obiettivi di qualità dei corpi idrici recettori e devono comunque rispettare i valori limite previsti dall’allegato 5 alla parte terza del D.lgs. 152/2006.

Chi autorizza lo scarico?

Il regime autorizzatorio degli scarichi di acque reflue domestiche e di reti fognarie, servite o meno da impianti di depurazione delle acque reflue urbane, è definito dalle regioni.

Le aziende che, per tipo di lavorazione e per posizione geografica, si trovano nella necessità di scaricare le acque reflue provenienti dal proprio impianto al di fuori della pubblica fognatura, quindi in corpi idrici superficiali o, dove è ammesso, sul suolo devono prima richiedere l’autorizzazione all’ente preposto.

Se l’impianto non scarica in acque superficiali ma direttamente nelle pubbliche fognature l’apposita autorizzazione va richiesta al Comune del territorio in cui si colloca l’impianto.

Come ottenere un’autorizzazione allo scarico?

L’autorizzazione è rilasciata al titolare dello scarico, il quale è l’unico responsabile del superamento dei valori limite, anche nel caso in cui il superamento sia riconducibile a terzi utilizzatori dello scarico (ad esempio un consorzio) ed è rilasciata a seguito di presentazione dell’istanza nel territorio di competenza.

La consulenza di Gruppo Maurizi è articolata in fasi diverse, per garantire un processo efficace, snello e fluido, che non vada ad interferire con le normali attività dell’azienda. A livello generale, la consulenza, dopo un primo contatto, si articola in:

  • Raccolta dei dati e delle informazioni e visite presso l’impianto.
  • Allestimento della domanda presso l’Ente Preposto
  • Elaborazione della documentazione da allegare all’istanza
  • Verifica della funzionalità del depuratore mediante analisi chimico fisiche
  • Redazione di una check list che ricapitola gli argomenti visti e le eventuali azioni da intraprendere
  • Supporto per eventuali azioni da intraprendere  – Modalità di gestione degli aspetti ambientali e piano di monitoraggio

La consulenza di Gruppo Maurizi è articolata in fasi diverse, per garantire un processo efficace, snello e fluido, che non vada ad interferire con le normali attività dell’azienda. A livello generale, la consulenza, dopo un primo contatto, si articola in:

  • Raccolta dei dati e delle informazioni e visite presso l’impianto.
  • Allestimento dell’istanza presso l’Ente Preposto (regione)
  • Supporto nell’elaborazione della documentazione da allegare all’istanza, completa delle BAT di riferimento come la redazione delle relazioni tecniche e nella redazione del piano di monitoraggio e controllo e il supporto nella redazione delle planimetrie;
  • Redazione di una check list che ricapitola gli argomenti visti e le eventuali azioni da intraprendere
  • Supporto per eventuali azioni da intraprendere a seguito delle richieste dell’Ente preposto. – Modalità di gestione degli aspetti ambientali e piano di monitoraggio

Chiamaci subito al numero +39 06 7840919

Per richiedere una consulenza

Richiedi una consulenza