+39 06 7840919 +39 348 6165876 info@gruppomaurizi.it

Bando ISI INAIL 2017 – Come ottenere i finanziamenti

Cosa fare per ottenere i finanziamenti a fondo perduto

bando isi inail come ottenere finanziamenti fondo perduto

Il 19 aprile 2018 avrà inizio la prima fase prevista dal Bando ISI INAIL 2017 per inserire e salvare la propria domanda di accesso agli incentivi entro e non oltre il 31 maggio 2018 alle ore 18:00.

Accedendo alla sezione “accedi ai servizi on line” del sito INAIL, le aziende potranno effettuare simulazioni relative al progetto che vogliono presentare al fine di verificare il raggiungimento o meno della soglia minima di ammissibilità pari a 120 punti.

Quali sono i principali obiettivi del Bando ISI INAIL 2017?

  • Di incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza sul lavoro;

  • Di incentivare le micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli per l’acquisto di nuovi macchinari ed attrezzature di lavoro caratterizzati da soluzioni innovative per abbattere in misura significativa le emissioni inquinanti e, in concomitanza, conseguire la riduzione del livello di rumorosità o del rischio antinfortunistico o di quello derivante dallo svolgimento di operazioni manuali.

Ti ricontattiamo subito!

Compila il modulo qui sotto per essere ricontattato in tempi brevissimi.
Scegli pure se preferisci una email o una chiamata di un nostro consulente.

Needs
 
 
 
 
Invio

Quali sono i progetti finanziabili dall’Avviso INAIL in oggetto?

  1. Progetti di investimento volti alla riduzione:

  • del rischio chimico;
  • del rischio rumore mediante la realizzazione di interventi ambientali;
  • del rischio rumore mediante la sostituzione di trattori agricoli o forestali e di macchine;
  • del rischio derivante da vibrazioni meccaniche;
  • del rischio biologico;
  • del rischio di caduta dall’alto;
  • del rischio infortunistico mediante la sostituzione di trattori agricoli o forestali e di macchine;
  1. Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale ovvero:

  • Adozione di un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro certificato BS OHSAS 18001:07;
  • Adozione di un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro di settore previsto da Accordi INAIL-Parti sociali;
  • Adozione di un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro non rientrante nei casi precedenti;
  • Adozione di un modello organizzativo e gestionale di cui all’art. 30 del D.Lgs 81/2008 asseverato;
  • Adozione di un modello organizzativo e gestionale di cui all’art. 30 del D.Lgs 81/2008 non asseverato;
  • Adozione di un sistema di responsabilità sociale certificato SA 8000;
  • Modalità di rendicontazione sociale e asseverata da parte terza indipendente;
  1. Progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi (MMC) ovvero:
  • Riduzione del rischio da movimentazione manuale dei pazienti;
  • Riduzione del rischio legato ad attività di sollevamento, abbassamento e trasporto di carichi;
  • Riduzione del rischio legato ad attività di traino e spinta carichi;
  • Riduzione del rischio legato ad attività di movimentazione di bassi carichi ad alta frequenza;
  1. Progetti di bonifica di materiali contenenti amianto
  1. Progetti per le micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività, ovvero:
  • Settore legno – riduzione del rischio da polvere di legno;
  • Settore legno – riduzione del rischio infortunistico – meccanico;
  • Settore materiali ceramici – riduzione del rischio di esposizione a polveri;
  • Settore materiali ceramici – riduzione del rischio infortunistico – meccanico;
  • Settore materiali ceramici – riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi.
  1. Progetti per le micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli

Quali sono i soggetti destinatari dei finanziamenti?

  1. Per i progetti di investimento e per i progetti per l’adozione dei modelli organizzativi e di responsabilità sociale i soggetti destinatari dei finanziamenti sono esclusivamente le imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte al Registro delle imprese o all’Albo delle imprese artigiane in possesso di requisiti indicati all’art. 7 dell’Avviso INAIL;
  2. Per i progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi (MMC) i soggetti destinatari dei finanziamenti sono:
  • le imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte al Registro delle imprese o all’Albo delle imprese artigiane in possesso di requisiti indicati all’art. 7 dell’Avviso INAIL;
  • i seguenti enti del terzo settore, ai sensi del D.Lgs n. 117/2017 in possesso dei requisiti di cui all’art. 7 dell’Avviso INAIL e iscritti nel Registro unico nazionale del Terzo settore ai sensi del D.Lgs n. 117/2017:
  • organizzazioni di volontariato (ODV)
  • associazioni di promozioni sociali (APS)
  • enti del terzo settore di natura non commerciale già Onlus
  • cooperative sociali e consorzi costituiti interamente da cooperative sociali;
  • imprese sociali di cui al D.Lgs 112/2017
SCOPRI DI PIÙ

LEGGI ANCHE

Il nuovo Regolamento sulla Privacy… sveliamo i suoi segreti!
SCOPRI DI PIÙ
  1. Per i progetti di bonifica da materiali contenenti amianto i soggetti beneficiari dei finanziamenti sono esclusivamente le imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte al Registro delle imprese o all’Albo delle imprese artigiane, in possesso dei requisiti indicati all’art. 7 dell’Avviso INAIL;

  2. Per i progetti per le micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività i soggetti destinatari dei finanziamenti sono esclusivamente le micro e piccole imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte alla Camera di commercio industria, artigianato e agricoltura, in possesso dei requisiti indicati all’art. 7 dell’Avviso INAIL che svolgano attività classificate con uno dei seguenti codici ATECO 2007: C16, C23.2, C23.4;

  3. Per i progetti per le micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli i soggetti destinatari dei finanziamenti sono esclusivamente le micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli, iscritte nella sezione speciale (imprenditori agricoli, coltivatori diretti, imprese agricole) del Registro delle Imprese o all’Albo delle società cooperative di lavoro agricolo, in possesso dei requisiti di cui all’art. 7 dell’Avviso INAIL, della qualifica di imprenditore agricolo di cui all’art. 2135 del codice civile e titolari di partita IVA in campo agricolo, qualificate come:

  • Impresa individuale

  • Società agricola

  • Società cooperativa

Quali sono le fasi previste dal Bando ISI INAIL 2017?

  1. Accesso alla sezione “Servizi on line” sul sito INAIL purchè il soggetto destinatario sia in possesso delle relative credenziali di accesso;

  2. Compilazione della domanda a partire dal 19 aprile 2018 entro e non oltre le ore 18:00 del 31 maggio 2018 al fine di effettuare simulazioni relative al progetto da presentare, verificare il raggiungimento della soglia di ammissibilità, salvare la domanda inserita ed effettuare la registrazione della propria domanda attraverso l’apposita funzione presente in procedura tramite il tasto “INVIA”;

  3. Accesso all’interno della procedura informatica per effettuare il download del proprio codice identificativo a partire dal 07 giugno 2018;

  4. Invio della domanda on line mediante utilizzo del codice identificativo attribuito alla propria domanda di cui sopra; le date e gli orari dell’apertura e della chiusura dello sportello informatico per l’invio delle domande saranno pubblicati a partire dal 07 giugno 2018;

  5. Entro 14 gg dal giorno di ultimazione della fase di invio delle domande on line verranno pubblicati gli elenchi provvisori in ordine cronologico di tutte le domande inoltrate con evidenza di quelle collocate provvisoriamente in posizione utile per l’ammissibilità al finanziamento e di quelle risultate provvisoriamente non ammissibili per carenza di fondi;

  6. Entro 40 gg dalla pubblicazione degli elenchi provvisori verranno pubblicati gli elenchi definitivi in ordine cronologico di tutte le domande inoltrate con evidenza di quelle collocate in posizione utile ai fini del finanziamento, decadute per mancato invio della documentazione a completamento della domanda, subentrate in posizione utile ai fini del finanziamento, risultate definitivamente non ammissibili per carenza di fondi.

Sono previste verifiche e possibilità di revoca dei finanziamenti da parte dell’INAIL?

Sì, l’INAIL si riserva di effettuare anche controlli in loco circa le autocertificazioni e documentazioni prodotte dal destinatario e di procedere alla revoca del finanziamento in caso di accertamento di inosservanze delle disposizioni previste

Di seguito link del sito ufficiale INAIL ove trovare informazioni di dettaglio le procedure da rispettare in baso di partecipazione al bando nonché gli allegati, eventualmente, da presentare:

https://www.inail.it/cs/internet/attivita/prevenzione-e-sicurezza/agevolazioni-e-finanziamenti/incentivi-alle-imprese/bando-isi-2017.html?id1=6443114478410#anchor

Vuoi essere sempre aggiornato riguardo corsi, iniziative e news?

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DEL GRUPPO MAURIZI

*I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori.
Iscrivendoti alla nostra newsletter dichiari di accettare la privacy policy del nostro sito.

By | 2018-04-19T16:49:02+00:00 04 aprile 2018|