Certificazioni sulla Sicurezza Alimentare, Ambientale e sul Lavoro

Forniamo alle aziende la consulenza teorico-tecnica e il supporto operativo per ottenere le certificazioni

Ottenere le certificazioni per la sicurezza alimentare, ambientale e sul lavoro non costituisce solo un obbligo di legge: in molti casi, le aziende seguono il percorso che porta alla certificazione per riconoscere la qualità del lavoro svolto e per acquisire un’immagine più credibile agli occhi dei clienti. 

Gruppo Maurizi può vantare oltre cinquant’anni di esperienza in questo settore e, grazie a tecnici professionisti altamente qualificati, offre alle aziende la consulenza teorico-tecnica e il supporto operativo per ottenere le certificazioni che riguardano la Sicurezza Alimentare, Ambientale e sul Lavoro. 

Cosa si intende per Certificazione di qualità

È fondamentale per le aziende di produzione di prodotti destinati al consumo quotidiano offrire ai propri clienti un’immagine di affidabilità, sicurezza e garanzia dei prodotti realizzati. A questa necessità si affianca una propensione sempre più marcata dei consumatori nell’essere più informati, consapevoli ed esigenti nelle loro richieste. 

Per questo, negli anni, si è sentito sempre più parlare di certificazioni volontarie di qualità, come ad esempio BRC, IFS, ISO 22000, ISO 9001. 

Che cosa si intende per qualità? Con essa ci riferiamo alla capacità di un’organizzazione di soddisfare le richieste o le aspettative espresse da tutte le parti interessate coinvolte, come ad esempio i clienti, le associazioni di categoria, enti di controllo e qualsiasi altra parte coinvolta nei processi aziendali. 

Le aziende che vogliono soddisfare le aspettative e le richieste, garantendo la qualità dei propri prodotti, possono farlo intraprendendo un percorso di certificazione volontaria. 

Le nostre certificazioni

Gruppo Maurizi fornisce alle aziende la consulenza teorico-tecnica e il supporto operativo per ottenere le certificazioni suddivise per i vari settori produttivi, quali: 

Alimenti

Le certificazioni alimentari sono delle attestazioni che certificano il rispetto delle norme all’interno dello stabilimento. Esistono infatti degli standard alimentari uniformati a livello internazionale che attestano la conformità dei requisiti ai criteri della sicurezza e della qualità alimentare, quali ad esempio le norme HACCP (Hazard Analysis and Critical Control Points). 

Si tratta di una metodologia che consente di applicare l’autocontrollo nelle imprese alimentari in maniera razionale e organizzata. I tecnici di Gruppo Maurizi sono in grado di guidare la tua azienda nell’applicazione di queste norme e di stare al tuo fianco in fase di audit. 

Lavoro

La sicurezza sul lavoro non riguarda solamente la gestione dei rischi, ma deve essere un vero e proprio impegno morale da parte dell’azienda che abbia come primo interesse la salvaguardia della salute dei propri lavoratori. 

La certificazione ISO 45001 riguarda i “Sistemi di gestione per la salute e sicurezza sul lavoro”: essa deve essere conseguita da tutte le organizzazioni per il miglioramento delle politiche di sicurezza, in conformità con gli standard internazionali.

Ambiente

Le certificazioni ambientali sono diventate, giustamente, il focus di ogni azienda, in un’ottica di maggiore sostenibilità dei sistemi produttivi. La protezione dell’ambiente mediante la prevenzione dell’inquinamento e la riduzione del consumo di energia e risorse sta, infatti, alla base di diverse certificazioni, quali la ISO 14001 e la ISO 50001. Per entrambe si richiede l’integrazione delle pratiche aziendali con sistemi di gestione ambientale atti alla tutela del Pianeta. 

Qualità

La certificazione ISO 9001 è una norma internazionale che definisce i requisiti minimi che un sistema di gestione deve soddisfare affinché l’organizzazione possa garantire un determinato livello di qualità dei prodotti e dei servizi offerti.

Perché affidarsi a Gruppo Maurizi per ottenere le certificazioni per la propria azienda?

Gruppo Maurizi ha un’esperienza di oltre cinquant’anni nel settore della sicurezza alimentare, ambientale e sul lavoro. Siamo in grado di offrire consulenza specializzata per aiutarti a conseguire le certificazioni di settore e aumentare così il valore e la competitività della tua azienda sul mercato, oltre a dimostrare ai tuoi clienti l’impegno e la crescita continua protesa all’offerta di prodotti e servizi sicuri e di qualità. 

In cosa consiste la consulenza sulle certificazioni?

L’attività di consulenza sulle certificazioni di Gruppo Maurizi segue passo passo la tua azienda fino al conseguimento della certificazione. Dal miglioramento delle performance aziendali al controllo della qualità dei processi produttivi, passando per la verifica del sistema di gestione della sicurezza degli operatori e di tutela dell’ambiente in un’ottica di sostenibilità delle risorse, i consulenti di Gruppo Maurizi ti aiuteranno ad applicare gli standard lungo tutta la filiera produttiva, restando al tuo fianco anche in fase di audit. 

Quali sono gli standard per le certificazioni volontarie di qualità

Le certificazioni di qualità sono delle procedure volontarie attraverso le quali degli enti terzi indipendenti di certificazione dichiarano che, un determinato prodotto, processo, servizio o Sistema di Gestione è conforme a una specifica norma, agli standard ISO o a un altro documento normativo. 

Le certificazioni volontarie di qualità sono quindi dei percorsi, che si affiancano ai requisiti cogenti e alle linee guida fornite dall’autorità competente, che le aziende decidono di intraprendere, per fornire delle garanzie in più ai propri clienti sull’affidabilità e la qualità dei prodotti da loro realizzati. 

Negli ultimi anni le ragioni che hanno spinto le aziende ad intraprendere un percorso di certificazione sono state molteplici e si sono evolute nel tempo. 

Oggi le motivazioni principali sono sicuramente la voglia di: 

  1. Valorizzare la qualità e l’origine dei prodotti realizzati; 
  2. Focalizzare l’attenzione nei confronti dei clienti, delle loro richieste e delle loro aspettative; 
  3. Tutelare la salute dei consumatori garantendo il rispetto di requisiti di sicurezza alimentare. 

Il primo passo per un’azienda che vuole acquisire una certificazione di qualità è selezionare lo standard di certificazione a cui fare riferimento per garantire l’efficacia dei processi aziendali.

Cosa si intende con Certificazioni volontarie di qualità?

Prima di elencare le diverse norme, va definito che le certificazioni di qualità si suddividono in due macro-categorie: 

  • certificazioni di sistema; 
  • certificazioni di prodotto. 

Per certificazioni di sistema si intendono tutte quelle norme e linee guida, redatte con l’obiettivo di migliorare l’efficacia e l’efficienza dei processi aziendali. 

Tra questi standard ci sono le norme del sistema ISO, un insieme di normative e di linee guida redatte dall’ Organizzazione Internazionale per la Standardizzazione e riconosciute a livello internazionale. 

L’elenco degli standard ISO è molto vasto ed in continua evoluzione, ma è facilmente consultabile sul sito internet istituzionale: https://www.iso.org/home.html 

Le ISO applicabili dalle organizzazioni nel settore agroalimentare sono:

ISO 9001:2015 – Standard di gestione per la qualità. Questo standard fa sì che i processi aziendali siano focalizzati verso il cliente e verso il miglioramento continuo. 

ISO 14001:2015 – Standard di Gestione Ambientale. Certificandosi rispettando questo standard, l’azienda si impegna nel definire e conseguire obiettivi atti a tutelare l’ambiente.

ISO 22000:2018 – Standard per la sicurezza alimentare. Tutte le aziende del settore alimentare che vogliono implementare il loro piano di autocontrollo e fornire una maggiore garanzia sulla salubrità degli alimenti che producono, possono certificarsi rispettando i requisiti definiti dalla presente norma. 

Gli altri standard di qualità

Altri standard di qualità ampiamente diffusi nel settore agroalimentare sono le norme della GDO riconosciute dall’organismo GFSI (https://mygfsi.com). 

Anche queste norme nel tempo hanno subito un’evoluzione ed hanno accresciuto il loro riconoscimento internazionale: 

  • BRC 
  • IFS 
  • Global Gap 
  • FSSC 22000 

Le certificazioni di prodotto

Le certificazioni di prodotto, infine, sono degli atti formali attraverso cui viene riconosciuto il rispetto di un determinato prodotto ai requisiti previsti e definiti in una specifica norma. 

Tra queste ci sono, ad esempio, le certificazioni:  

  • OGM 
  • Biologico 
  • BRC Gluten free 
  • DOP 
  • IGP 
  • STG 
  • DTP 

Le certificazioni di prodotto sono nate per fornire al consumatore una maggiore garanzia sulla qualità del prodotto acquistato e di conseguenza sull’attenzione che l’azienda produttrice ha nei suoi confronti. 

I motivi per i quali è importante ottenere le certificazioni aziendali

Un’azienda che decida di accrescere il valore e la qualità della propria organizzazione e dei prodotti realizzati, oppure che voglia ottimizzare i propri processi, potrà farlo utilizzando come strumento la certificazione di qualità che più rispecchia e rappresenta le sue esigenze, sempre con l’obiettivo finale di incrementare la fiducia e la soddisfazione dei propri clienti. 

Infatti, ottenendo le certificazioni, l’azienda dimostra una gestione responsabile dei propri processi produttivi, con una conseguente ottimizzazione delle risorse e dei processi interni, maggiore competitività sul mercato e rispetto dell’ambiente. Ecco perché la certificazione è un vero e proprio strumento strategico per le aziende che scelgono di conseguirla.

In quali casi la certificazione ISO è obbligatoria?

La norma ISO 9001 è una certificazione volontaria e, in quanto tale, non è obbligatoria per legge. Possono, tuttavia, esistere delle eccezioni a tale principio di volontarietà, soprattutto nell’ambito degli Appalti Pubblici di lavori e nel settore delle costruzioni, che rendono tale certificazione se non proprio un obbligo, quanto meno un requisito cogente.

Richiedi una consulenza

logo marghio registrato bianco 1