Area Laboratorio

Cosmetici

Challenge Test

Il Challenge Test è uno dei più importanti test cosmetologici effettuati in laboratorio. Serve per verificare la contaminazione microbiologica che un prodotto cosmetico può subire.

Questo test è obbligatorio per tutti i prodotti cosmetici che possono presentare il rischio di contaminazione batteriologica. Sono esentati da questi test solo i prodotti a base alcolica o quelli con pH molto basici come i saponi.

Lo scopo di questo tipo di test cosmetologico è verificare l’efficienza del sistema conservante usato nella formulazione.
Il Challenge Test si effettua inoculando i microrganismi nel prodotto cosmetico per verificarne la sopravvivenza nel tempo.

I microrganismi impiegati per il challenge test, secondo la norma UNI EN ISO 11930:2019 e secondo la Farmacopea Europea sono:

  • Pseudomonas Aeruginosa
  • Staphylococcus Aureus
  • E. Coli
  • Candida Albicans
  • Aspergillus Brasiliensis

Il challenge test è costituito sostanzialmente dalle seguenti fasi:

  • Valutazione preliminare del campione: è infatti importante sottoporre il campione ad un’analisi preliminare in modo da verificare che non sia già contaminato in origine;
  • Preparazione dell’inoculo: consiste in una serie di passaggi nei quali i ceppi vengono trapiantati nel terreno di coltura più idoneo in modo da permetterne la crescita, queste colture vengono poi lavate e centrifugate fino ad ottenere la sospensione voluta. L’intervallo richiesto per l’inoculo solitamente è compreso tra 10 6 e 10 8 UFC/ml;
  • Controllo della sopravvivenza dei microrganismi a vari intervalli di tempo: T0, 24, 48 ore, 7, 14, 21 e 28 giorni dall’inoculo.

Chiamaci subito al numero +39 06 7840919

Per richiedere una consulenza

Servizi correlati

Richiedi una consulenza