COVID-19: misure di prevenzione e indicazioni per la Sicurezza sul Lavoro

A seguito dell’emergenza sanitaria correlata all’epidemia scatenata dal nuovo coronavirus Covid-19, abbiamo ritenuto utile fare chiarezza su un tema così delicato fornendo informazioni e indicazioni attendibili sull’attuale contesto emergenziale.

Sintomi e prime misure da adottare

  • Quali sono i sintomi?

Come altre malattie respiratorie, il nuovo coronavirus può causare sintomi lievi come raffreddore, mal di gola, tosse e febbre, oppure sintomi più severi quali polmonite e difficoltà respiratorie.

  • Cosa fare in caso di sintomi

Coloro che riscontrano sintomi influenzali o problemi respiratori NON devono andare in pronto soccorso, ma devono chiamare il NUMERO VERDE REGIONALE.

Per informazioni generali chiamare 1500, il numero di pubblica utilità attivato dal Ministero della Salute.

In data 14.03.2020 è stato sottoscritto il “Protocollo condiviso di regolazione delle misure per il contrasto ed il contenimento della diffusione del virus COVID-19 negli ambienti di lavoro”,

Tale protocollo permette di rispondere a tutta una serie di domande su cui fino ad oggi le imprese non avevano risposte certe.

Di seguito alcune delle principali indicazioni e novità introdotti sulla base del Protocollo in oggetto Fonte Stampa

E’ prevista chiusura delle attività produttive?

La risposta è NO, il Protocollo permette la prosecuzione delle attività produttive purché l’organizzazione metta in atto condizioni che assicurino alle persone che lavorano adeguati livelli di protezione.

Affinchè siano garantite condizioni di salubrità e sicurezza degli ambienti di lavoro e delle modalità lavorative l’azienda può prevedere anche la riduzione o la sospensione temporanea delle attività.

E’ prevista sempre la consegna ed utilizzo di DPI?

Il Protocollo prevede obbligo di adozione di strumenti di protezione individuale ogni qual volta non sia possibile rispettare la distanza interpersonale di almeno un metro.

Il Protocollo afferma, inoltre, che l’adozione di DPI è fondamentale e legata, data l’emergenza, alla disponibilità in commercio.

Esistono indicazioni specifiche circa la tipologia di mascherine da utilizzare ove previsto?

In caso di difficoltà di approvvigionamento è possibile utilizzare le mascherine la cui tipologia corrisponda alle indicazioni date dall’autorità sanitaria ovvero mascherine mediche oppure anche mascherine senza filtranti in caso di visitatori, inservienti e tecnici di laboratorio. L’uso di mascherine FFP2 è previsto in tutte le operazioni che possano generare aerosol.

Vige obbligo di informare i lavoratori ed eventuali visitatori/fornitori/clienti in ingresso all’azienda circa l’emergenza COVID – 19?

La risposta è SI.

Il protocollo prevede di affiggere all’ingresso dell’azienda e nei luoghi maggiormente visibili dei locali aziendali appositi “dépliant informativi”.

Quali sono le informazioni che devono contenere i depliants informativi?

  1. obbligo di rimanere nel proprio domicilio in presenza di ebbre (oltre 37,5 °C) o altri sintomi influenzali e di chiamare il proprio medico di famiglia o autorità sanitaria;
  2. obbligo di non poter fare ingresso in azienda in caso di sintomi di cui alla lettera a) e di tempestiva dichiarazione, anche successiva all’ingresso, qualora sussistano condizioni di pericolo (sintomi influenzali, provenienza da zone a rischio o contatto con persone positive al virus nei 14 gg precedenti)
  3. impegno da parte del lavoratore e di chiunque entri in azienda a rispettare le disposizioni previste dall’Autorità competente e dal Datore di Lavoro dell’azienda stessa (distanza di sicurezza, lavaggio mani, etc);
  4. impegno ad informare tempestivamente e responsabilmente il datore di lavoro di qualsiasi sintomo influenzale che possa svilupparsi durante l’attività lavorativa avendo cura di rimanere ad adeguata distanza dalle persone presenti.

Il Protocollo prevede la possibilità in capo all’azienda di effettuare un controllo della temperatura corporea sul personale?

Sì, il personale, nel rispetto della disciplina privacy vigente, potrà essere sottoposto al controllo della temperatura corporea prima di accedere agli ambienti di lavoro. Qualora tale temperatura risulti superiore a 37,5 °C non sarà consentito l’accesso in azienda.

Le persone di cui sopra saranno momentaneamente isolate, fornite di mascherine e dovranno contattare il proprio medico curante senza recarsi in Pronto soccorso e/o nelle infermerie di sede.

Sono previste regole di accesso per i fornitori esterni/autisti/trasportatori/ visitatori nonché ditte in appalto con sedi e/o cantieri permanenti all’interno dei siti e/o aree produttive?

La risposta, anche in questo caso, è sì.

In particolare l’azienda dovrà:

  • prevedere procedure specifiche di ingresso, transito ed uscita, con percorsi e tempistiche predefinite, tali da ridurre le occasioni di contatto con il personale in forza nei reparti ed uffici coinvolti;
  • ove possibile gli autisti devono rimanere a bordo del mezzo e comunque è fatto divieto di ingresso all’interno di uffici;
  • è previsto obbligo di mantenimento di almeno un metro di distanza durante le attività di carico e scarico merce;
  • prevedere/installare servizi igienici dedicati;
  • vietare loro di utilizzare i servizi igienici del personale dipendente;
  • prevedere un’adeguata pulizia giornalieri dei servizi igienici dedicati al personale esterno.

Come deve avvenire la pulizia e sanificazione all’interno dell’azienda?

Il Protocollo prevede:

-Pulizia giornaliera e sanificazione periodica degli ambienti di lavoro, delle postazioni di lavoro, zone comuni e svago;

-In caso di presenza di una persona con COVID 19 all’interno dei locali aziendali devono essere applicate le disposizioni previste dalla Circolare 5443 del 22.02.2020 ovvero:

  • completa pulizia con acqua e detergenti comuni
  • decontaminazione mediante uso di ipoclorito di sodio 0,1% dopo pulizia
  • in caso di superfici che possano essere danneggiate con ipoclorito di sodio utilizzare etanolo al 70% dopo pulizia con detergente neutro
  • assicurare ventilazione degli ambienti durante operazioni di sanificazione con sostanze pericolose
  • tutte le operazioni di pulizia di cui sopra devono essere condotte con utilizzo di mascherina FFP2 o FFP3, protezione facciale, guanti monouso, camice monouso impermeabile a maniche lunghe
  • i DPI devono essere smaltiti come materiale potenzialmente infetto
  • prevedere pulizia con particolare attenzione di tutte le superfici toccate di frequente
  • tutti i materiali in tessuto devono essere lavati a 90° C e detergente; ove il lavaggio a 90°C non fosse possibile per le caratteristiche del tessuto addizionare candeggina o prodotti a base di ipoclorito di sodio

-Pulizia a fine turno e sanificazione periodica di tastiere, schermi touch, mouse con adeguati detergenti sia negli uffici che nelle attività produttive

-Di organizzare la sanificazione degli spogliatoi in modo tale da permettere ai lavoratori il deposito degli indumenti da lavoro

-Di garantire la sanificazione periodica e la pulizia giornaliera dei locali mensa, delle tastiere dei distributori di bevande e snack

Sono ancora ammesse trasferte?

NO, sono sospese e annullate tutte le trasferte/viaggi di lavoro nazionali ed internazionali anche se già concordate ed organizzate

Un datore di lavoro può organizzare corsi di formazione obbligatoria prevista da legge e/o relativi aggiornamenti secondo modalità “in aula”?

NO, tutti i corsi in aula sono sospesi ed anche qualora non venga eseguito aggiornamento previsto da legge la cosa non prevede impossibilità a continuare lo svolgimento dello specifico ruolo/funzione.

I corsi “a distanza” sono autorizzati?

Sì, qualora l’organizzazione aziendale lo permetta è possibile effettuare formazione a distanza anche per i lavoratori in smartworking

Le riunioni aziendali sono permesse?

Il Protocollo non consente riunioni in presenza, solo qualora fossero caratterizzate da condizioni di necessità ed urgenza, e non fosse possibile un collegamento a distanza, si dovrà ridurre al minimo il numero di partecipanti, garantire la distanza di almeno un metro nonché pulizia ed aerazione dei locali

Cosa deve fare un datore di lavoro in caso di persona sintomatica in azienda?

Nel caso in cui una persona presente in azienda comunichi all’ufficio del personale eventuale sintomatologia che possa essere legata al COVID 19, il datore di lavoro dovrà:

  • procedere all’immediato isolamento e a quello degli altri presenti dai locali
  • avvertire le autorità sanitarie competenti ed i numeri di emergenza per il COVID 19 forniti dalla Regione o dal Ministero della Salute
  •  collaborare con le Autorità sanitarie per la definizione degli eventuali contatti stretti di una persona presente in azienda che sia stata riscontrata positiva al COVID 19. Nel periodo dell’indagine l’azienda potrà chiedere agli eventuali contatti stretti di lasciare cautelativamente lo stabilimento.

L’attività di sorveglianza sanitaria da parte del medico competente è permessa?

Sì, il protocollo autorizza le visite mediche ai lavoratori da parte del medico competente in particolar modo quelle a richiesta a valle di un periodo di malattia. Inoltre viene incentivata la collaborazione tra medico competente, datore di lavoro e RLS/RLST.

Il medico competente ha particolati obblighi?

Il medico competente ha obbligo di segnalare all’azienda situazioni di particolare fragilità e patologie attuali o pregresse dei dipendenti in modo tale che l’azienda provveda alla loro tutela nel rispetto della privacy.

Rispetto a quanto di cui sopra rimangono valide tutte le indicazioni date ad oggi a livello nazionale nonché nelle singole Ordinanze Regionali.

MISURE DI PREVENZIONE DA ATTUARE

Attenersi alle disposizioni trasversali dettate dal Ministero della Salute, ovvero:

  • Lavati spesso le mani (conta almeno fino a 20)
  • Mantieni almeno un metro di distanza dalle altre persone
  • Non toccarti occhi, naso e bocca con le mani
  • Copri bocca e naso se starnutisci o tossisci
  • Non prendere farmaci antivirali né antibiotici a meno che siano prescritti dal medico
  • Pulisci le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol
  • Usa la mascherina e i guanti usa getta
  • Evita strette di mano / abbracci

SE DESIDERI MAGGIORI INFORMAZIONI NON ESITARE A CONTATTARCI

Contatti
 
Invio