Pubblicate in Gazzetta Ufficiale le tanto attese sanzioni per la violazione del Reg. C.E. 1924/06 relativo alle indicazioni nutrizionali e sulla salute.

Dopo più di 10 anni di attesa, arrivano le sanzioni.

E arrivano come un tornado.

Gli importi, come era lecito aspettarsi, sono abbastanza consistenti e vanno da un minimo di € 2.000 ad un massimo di € 40.000 a seconda dell’infrazione commessa.

In attesa di vedere pubblicate le sanzioni relative all’applicazione del Reg. U.E. 1169/11, che si preannunciano altrettanto salate, il Governo Italiano ha quindi pubblicato in Gazzetta Ufficiale il D.lgs. 27/17 il cui testo può essere consultato qui.

Vuoi saperne di più?

Chiamaci allo 06 7840919

Il Decreto non è altro che un elenco di sanzioni applicabili alle varie casistiche, nel quale tuttavia serve evidenziare alcuni punti fondamentali:

  • Le indicazioni sulla salute prevedono sanzioni sempre più elevate rispetto alle indicazioni nutrizionali
  • Le sanzioni non si limitano alla sola etichettatura dei prodotti ma riguardano anche la loro presentazione e pubblicità
  • In caso di reiterazione dell’infrazione è prevista la sospensione dell’attività da 10 a 20 giorni.

sanzioni claims nutrizionali e salutistici tabella

 

Per approfondire l’argomento si veda anche nostro precedente articolo.