controlli alimentari laboratoriIl cibo che arriva sulle nostre tavole è sicuro, il consumatore può stare tranquillo. Almeno per quanto riguarda le materie prime italiane. “L’agricoltura italiana fornisce prodotti di alta qualità e di elevata sicurezza alimentare” sottolinea Confagricoltura a commento dei dati del ‘Rapporto annuale sui risultati dei controlli ufficiali per la sicurezza alimentare, relativi all’anno 2009’, pubblicati di recente sul sito del Ministero della Salute.

Oltre 700 mila sono stati i controlli sull’industria agroalimentare nel 2009 diretti verso produttori, allevatori, trasformatori, supermercati, negozi e ristoranti. Per un totale di 86 mila infrazioni rilevate.

A diminuire sono le infrazioni registrate tra i produttori primari: le aziende irregolari sono scese nel 2009 rispetto all’anno precedente dal 4,7% al 2,6% nonostante i controlli siano aumentati dal 33,2% al 34,5%.
controlli alimentari haccpLa maggioranza delle infrazioni (82,1%), in tutti i settori, sono dovute alla mancata applicazione del sistema di autocontrollo (39,5%) e dalle condizioni igieniche generali (42,6%). La mancata applicazione dell’HACCP si ripercuote anche nelle infrazioni riscontrate dai Laboratori del controllo ufficiale.
Estendendo i dati si può affermare che l’86,4% delle aziende agricole rispetta i requisiti burocratici imposti all’autocontrollo (irregolari 13,6%) e l’85,4% quelli igienici generali (14,6% irregolari).
Aumentano le infrazioni invece in altri settori primo tra tutti quello della trasformazione.

Vuoi saperne di più?

Chiamaci allo 06 7840919

Legambiente e Movimento difesa del cittadino invece, nel loro rapporto “Italia a tavola 2010”, si scagliano contro i produttori italiani per i cibi contraffatti. Carni e latte gli alimenti più contraffatti come il recente caso della mozzarelle blu scoperto dai Nas.

controlli alimentari-nas I Nas nel 2009 per impedire frodi, sofisticazioni ed adulterazioni hanno effettuato quasi 35 mila ispezioni accertando oltre 23 mila infrazioni e tra queste le frodi sono le più ricorrenti. Proprio dal nucleo dei Carabinieri viene la rassicurazione che l’Italia è il paese europeo dove si effettuano più controlli e quindi ciò che arriva sulle nostre tavole è sicuro. I Nas svolgono l’attività di controllo dall’inizio della filiera iniziando dai mangimi. Recentissima è il sequestro da parte dei Carabinieri dei NAS di 10 milioni di uova scadute e conservate in pessime condizioni igieniche.