Skip to main content

Le nuove regole per la commercializzazione delle uova

By 15 Marzo 2024Sicurezza Alimentare6 min read
uova-fresche-sulla-linea-del-trasportatore-presso-l-allevamento-di-pollame-e-operaio-che-smista-le-uova

Il diritto alimentare è un campo in costante evoluzione, caratterizzato da una vasta gamma di regolamenti destinati a tutelare la salute dei consumatori e a garantire la qualità degli alimenti sul mercato. Tra i prodotti alimentari soggetti a particolare attenzione normativa, le uova e i loro derivati occupano un posto di rilievo, con regole specifiche per la commercializzazione, l’etichettatura e la tracciabilità. 

Recentemente, l’Unione Europea ha introdotto tre nuovi regolamenti che rivoluzionano il panorama normativo nel settore delle uova: il Regolamento UE 2023/2464, il Regolamento UE 2023/2465 e il Regolamento UE 2023/2466. Queste disposizioni normative mirano a elevare gli standard di qualità e sicurezza delle uova commercializzate, mentre si concentrano sull’armonizzazione delle regole esistenti per promuovere un mercato più equo e trasparente sia per i produttori che per i consumatori. 

È essenziale per le imprese alimentari mantenere un costante aggiornamento riguardo a tali regolamenti al fine di garantire la conformità normativa e, soprattutto, la sicurezza e la salute del consumatore finale. In questo articolo, esploreremo nel dettaglio l’impatto di queste nuove disposizioni normative sul settore delle uova, analizzando le loro implicazioni e fornendo suggerimenti su come le imprese possano adattarsi in modo efficace a queste nuove regole, continuando a fornire prodotti di alta qualità sul mercato europeo. 

Il quadro normativo di riferimento del settore delle uova

Nell’ampio quadro normativo di riferimento, esistono due principali normative europee che regolamentano gli aspetti relativi alla commercializzazione delle uova e la tutela delle informazioni ai consumatori: 

Quali sono gli aspetti più rilevanti nella produzione e commercializzazione delle uova?

Prima di entrare nel dettaglio delle modifiche introdotte dai nuovi regolamenti, è importante porre l’accento sui processi e gli aspetti più rilevanti che devono essere attenzionati dalle imprese alimentari che si occupano di produzione e commercializzazione delle uova. 

  1. Classificazione delle Uova: il Regolamento UE 2023/2465 stabilisce criteri precisi per la classificazione delle uova in base a fattori quali il peso, la qualità del guscio e il colore del tuorlo. Le uova vengono generalmente classificate in categorie come “A”, “B” e “C”, con la categoria “A” riservata alle uova fresche di migliore qualità. 
  2. Etichettatura: I requisiti relativi all’etichettatura delle uova sono molto rigorosi. L’obiettivo è quello di fornire ai consumatori informazioni accurate e complete sulle caratteristiche del prodotto. Queste informazioni devono includere il metodo di allevamento (ad esempio, uova da galline allevate a terra, in gabbia o all’aperto), la data di produzione e di scadenza, il numero di lotto e le condizioni di conservazione consigliate. 
  3. Tracciabilità: È fondamentale garantire la tracciabilità delle uova lungo l’intera catena di produzione e distribuzione al fine di garantire la sicurezza alimentare e la rintracciabilità in caso di emergenze sanitarie. Le aziende devono adottare sistemi di registrazione e identificazione che consentano di risalire alla provenienza delle uova in caso di necessità, così come previsto dal Regolamento CE 178/2002. 
  4. Sicurezza Alimentare: Tutti gli Operatori del Settore Alimentare devono sottostare a quanto definito dal Regolamento CE 852/2004 e dal Regolamento CE 853/2004. Questi regolamenti stabiliscono gli standard igienici e di sicurezza alimentare per la produzione e la commercializzazione delle uova al fine di prevenire contaminazioni microbiologiche e ridurre il rischio di malattie trasmesse attraverso il consumo di uova non sicure. Questi standard riguardano sia le pratiche di allevamento delle galline che le procedure di manipolazione e conservazione delle uova durante la catena di distribuzione. 
  5. Sanzioni per le Violazioni: Le aziende che violano le normative sulla commercializzazione delle uova possono essere soggette a sanzioni severe, comprese multe pecuniarie e sanzioni penali. È quindi essenziale che le aziende rispettino pienamente le disposizioni normative per evitare conseguenze legali e danni alla reputazione

Regolamento UE 2023/2464: modifiche alle norme di commercializzazione delle uova

Il Regolamento UE 2023/2464 introduce delle modifiche al Regolamento (UE) n. 1308/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio riguardo alle norme di commercializzazione delle uova.  

Questo regolamento introduce nuove disposizioni volte ad incrementare la tutela del consumatore, garantendo maggiore trasparenza relativamente alla stampigliatura delle informazioni sui gusci. 

Il regolamento, infatti, che entrerà in vigore a partire dal 08 novembre 2024, prevede che la stampigliatura delle informazioni per i consumatori sul guscio avvenga esclusivamente nel luogo di produzione, non più nel luogo di produzione e nel primo centro di imballaggio. 

Inoltre, il regolamento introduce misure per promuovere pratiche agricole sostenibili e il benessere degli animali nelle aziende avicole. 

Regolamento UE 2023/2465: integrazione delle norme di commercializzazione applicabili alle uova di galline della specie Gallus gallus

Il Regolamento UE 2023/2465 introduce delle modifiche sostanziali ed importanti alla regolamentazione vigente. In particolare, integra il Regolamento UE n. 1308/2013 riguardo alle norme di commercializzazione applicabili alle uova di galline della specie Gallus gallus e abroga il Regolamento CE n. 589/2008.  

Il regolamento stabilisce criteri più rigorosi per la classificazione e l’etichettatura delle uova, al fine di fornire ai consumatori informazioni chiare e accurate sulle caratteristiche del prodotto, come ad esempio il metodo di allevamento, la data di scadenza e le condizioni di conservazione ottimali. 

Il regolamento specifica i nuovi requisiti relativi a: 

  • Caratteristiche di qualità delle uova e relative tolleranze; 
  • Conservazione e trattamento delle uova; 
  • Classificazione delle uova di categoria A in base al peso e relative tolleranze; 
  • Stampigliatura ed imballaggi per le uova; 
  • Informazioni figuranti sugli imballaggi di trasporto; 
  • Qualità degli imballaggi; 
  • Informazioni per il consumatore in caso di vendita di uova sfuse; 
  • Importazione ed esportazione delle uova; 

Regolamento UE 2023/2466: modalità di applicazione delle norme di commercializzazione applicabili alle uova

Il Regolamento UE 2023/2466 definisce le modalità di applicazione del Regolamento UE n. 1308/2013 riguardo alle norme di commercializzazione applicabili alle uova.  

Questo regolamento, infatti, fornisce linee guida dettagliate per i produttori e i distributori sulle pratiche da adottare per conformarsi alle nuove regole di commercializzazione.  

Nello specifico, il regolamento dispone che: 

  • Solo le imprese alimentari notificate come centri di imballaggio possano eseguire la classificazione, l’imballaggio, il reimballaggio e l’etichettatura delle uova; 
  • Produttori, raccoglitori e centri di imballaggio debbano mantenere registrazioni specifiche che siano in grado di garantire la tracciabilità delle uova; 
  • Vengano effettuati specifici controlli di conformità prima della commercializzazione delle uova; 
  • In caso di infrazioni o sospetti di violazioni, gli Stati membri debbano notificare tempestivamente tali eventi alla Commissione

Impatti e Adattamenti nel Settore

L’introduzione di questi nuovi regolamenti comporta una serie di impatti e sfide per il settore delle uova.  

I produttori dovranno adeguare le proprie pratiche di produzione e commercializzazione per rispettare i nuovi standard di qualità e sicurezza alimentare, mentre i distributori dovranno aggiornare le loro procedure di gestione e tracciabilità dei prodotti.  

Tuttavia, questi cambiamenti offrono anche opportunità per innovare e differenziarsi sul mercato attraverso la produzione di uova di alta qualità e provenienti da pratiche sostenibili. 

In conclusione, i nuovi regolamenti dell’Unione Europea sulle norme di commercializzazione delle uova rappresentano un passo importante verso un settore avicolo più responsabile e trasparente. È essenziale che le aziende si adattino prontamente a queste nuove normative al fine di garantire la conformità legale, la sicurezza alimentare e la fiducia dei consumatori nell’acquisto di uova di alta qualità. 

Richiedi una consulenza

Richiedi una consulenza
icona-preventivo

Thank you for your upload