L’articolo 18 del decreto legislativo n. 81/2008 obbliga il datore di lavoro a nominare il medico competente nei seguenti casi:

  • esposizione ad agenti fisici: rumore, ultrasuoni, vibrazioni, campi elettromagnetici, radiazioni ottiche, microclima, atmosfere iperbariche
  • esposizione a sostanze pericolose e ad agenti biologici
  • attività svolte al videoterminale per almeno 20 ore medie settimanali
  • attività che prevedono la movimentazione manuale dei carichi o movimenti ripetuti delle braccia

Medico competente obbligatorio, cosa fa

Le attività sono varie e propedeutiche all’inserimento del lavoratore in azienda e agli eventuali cambi di mansione:

  • visita medica preventiva intesa a constatare l’assenza di controindicazioni al lavoro cui il lavoratore è destinato al fine di valutare la sua idoneità alla mansione specifica;
  • visita medica periodica per controllare lo stato di salute dei lavoratori ed esprimere il giudizio di idoneità alla mansione specifica
  • visita medica su richiesta del lavoratore, qualora sia ritenuta dal medico competente correlata ai rischi professionali o alle sue condizioni di salute, suscettibili di peggioramento a causa dell’attività lavorativa svolta, al fine di esprimere il giudizio di idoneità alla mansione specifica;
  • visita medica in occasione del cambio della mansione onde verificare l’idoneità alla mansione specifica;
  • visita medica alla cessazione del rapporto di lavoro nei casi previsti dalla normativa vigente
  • Visita medica preventiva in fase preassuntiva
  • visita medica precedente alla ripresa del lavoro, a seguito di assenza per motivi di salute di durata superiore ai sessanta giorni continuativi, al fine di verificare l’idoneità alla mansione

Generalmente la periodicità degli aggiornamenti è annuale, qualora il medico non stabilisca una cadenza diversa in funzione della valutazione del rischio.

Vuoi saperne di più?

Chiamaci allo 06 7840919

In base alle visite mediche, il medico competente stabilisce l’idoneità del lavoratore rispetto alla mansione specifica:

  • idoneità
  • idoneità parziale, temporanea o permanente, con prescrizioni o limitazioni
  • inidoneità temporanea
  • inidoneità permanente

Medico competente obbligatorio, quali requisiti deve avere

I titoli e i requisiti del medico competente sono stabiliti dall’articolo 38 del decreto legislativo n. 81/2008:

  • specializzazione in medicina del lavoro o in medicina preventiva dei lavoratori e psicotecnica;
  • docenza in medicina del lavoro o in medicina preventiva dei lavoratori e psicotecnica o in tossicologia industriale o in igiene industriale o in fisiologia e igiene del lavoro o in clinica del lavoro;
  • autorizzazione di cui al decreto legislativo n. 277/1991
  • specializzazione in igiene e medicina preventiva o in medicina legale;
  • Svolgimento di attività di medico nel settore del lavoro per almeno quattro anni (solo per le forze armate).