+39 06 7840919 +39 348 6165876

In generale, l’etichettatura dei valori nutrizionali è progettata per fornire informazioni che possono aiutare i consumatori a fare scelte consapevoli sugli alimenti che acquistano e consumano: è un diritto dei consumatori decidere cosa è appropriato per loro in base alle esigenze e alle preferenze delle loro famiglie.

L’attuale etichettatura americana ha più di 20 anni.

Per assicurarsi che i consumatori abbiano accesso a informazioni nutrizionali più recenti e accurate sugli alimenti che solitamente assumono, la Food and Drug Administration (FDA) ha apportato modifiche alla normativa basandosi su informazioni scientifiche aggiornate, nuove ricerche in materia di nutrizione e salute pubblica, raccomandazioni dietetiche più recenti da parte di gruppi di esperti e di organismi pubblici.

La normativa è il risultato di un significativo coinvolgimento degli stakeholder:

la FDA ha ricevuto quasi 300.000 commenti, condotto numerosi studi sui consumatori e reso pubblici tali studi e, alla luce delle nuove raccomandazioni scientifiche (in particolare per gli zuccheri aggiunti), ha emanato la nuova regolamentazione, coerente con i dati attuali sulle correlazioni tra nutrienti e malattie croniche, condizioni relative alla salute, stati fisiologici e/o mantenimento di un modello dietetico sano che rifletta le attuali condizioni di salute pubblica negli Stati Uniti e corrisponde a nuove informazioni su comprensione del consumatore e modelli di consumo.

ETICHETTE USA nuova nutrition facts

Così, la FDA ha pubblicato le regole sulla nuova etichettatura dei valori nutrizionali per gli alimenti confezionati (incluse le bevande) e per gli integratori alimentari con lo scopo di migliorare il modo in cui le informazioni nutrizionali sono presentate ai consumatori, di trasmettere nuove informazioni scientifiche, incluso il legame tra dieta e malattie croniche come l’obesità e le malattie cardiache.

Le nuove etichette renderanno più facile la scelta dei consumi alimentari agli acquirenti più informati, così da aiutarli a mantenere pratiche dietetiche sane.

Nel maggio 2016, la Food and Drug Administration degli Stati Uniti ha messo a punto la normativa per l’etichettatura dei dati nutrizionali e tale legge è entrata in vigore il 26 luglio 2016 e sarebbe dovuta essere applicativa dal 26 luglio 2018 per i produttori con almeno 10 milioni di dollari nelle vendite annuali di alimenti e dal 26 luglio 2019 per i produttori con meno di $ 10 milioni in vendite alimentari annue.

Dopo la messa a punto di tali norme, l’industria ed i gruppi di consumatori hanno fornito alla FDA un feedback sulle date di applicazione.

Di conseguenza, la FDA ha esteso le date di applicazione della nuova normativa sull’etichettatura nutrizionale.

  • non più il 26 luglio 2018 ma il 1° gennaio 2020, per i produttori con un fatturato annuo di $ 10 milioni o più;
  • i produttori con meno di $ 10 milioni nelle vendite annuali di alimenti hanno un anno in più per conformarsi – fino al 1° gennaio 2021;
  • i produttori della maggior parte degli zuccheri a ingrediente singolo come miele e sciroppo d’acero e alcuni prodotti di mirtilli hanno tempo fino al 1° luglio 2021 per i cambiamenti;
  • i produttori di alcuni mirtilli secchi aromatizzati hanno tempo fino al 1° luglio 2020 per apportare le modifiche.

Molti produttori, pur avendo più tempo per apportare le modifiche, stanno già utilizzando il nuovo format nutrizionale e così la nuova tabella nutrizionale appare già sulle confezioni, anche prima della data fissata per essere utilizzata.

Dato che anche gli alimenti importati negli Stati Uniti dovranno soddisfare i nuovi requisiti, abbiamo ritenuto opportuno riferire ai produttori italiani, coperti dalla norma in quanto esportatori, che anche se l’aspetto grafico della tabella nutrizionale rimane invariato, le modifiche riguardano:

  • Cambiamento delle serving sizes: per legge, le porzioni devono essere basate sulla quantità di cibi e bevande che le persone effettivamente consumano, non su ciò che dovrebbero mangiare o bere. I consumatori sono cambiati da quando sono stati pubblicati i precedenti requisiti sulla dimensione della porzione (serving size) nel 1993 e perciò sono state aggiornate le dimensioni e determinati formati. Ad esempio, l’importo di riferimento utilizzato per impostare una porzione di gelato era precedentemente 1/2 tazza, ma sta cambiando a 2/3 tazze. La dimensione del pacchetto influenza ciò che le persone mangiano
  • Revisione del formato: «Calories» è ora più evidente grazie all’aumento della dimensione del carattere e si riporta in grassetto il numero di calorie e della dichiarazione “Serving size” per evidenziare queste informazioni.
  • Aggiornamento dell’elenco dei nutrienti obbligatori: è richiesta la dichiarazione della quantità di grammi di “zuccheri aggiunti” («added sugars») in una porzione di un prodotto con la dicitura “Include X g zuccheri aggiunti” direttamente sotto l’elenco di “zuccheri totali”. La definizione di zuccheri aggiunti comprende gli zuccheri che o vengono aggiunti durante la lavorazione degli alimenti o che vengono confezionati in quanto tali

L’elenco aggiornato dei nutrienti obbligatori prevede la vitamina D ed il potassio a sostituzione delle vitamine A e C, che non saranno più obbligatorie ma possono essere incluse su base volontariaIl calcio ed il ferro continueranno ad essere obbligatori.

Pur continuando ad essere presenti “Grasso totale”, “Acidi grassi saturi” e “Acidi grassi trans ” sull’etichetta, “Calorie da grasso” («calories from fat») viene rimosso perché la ricerca mostra che il tipo di grasso è più incidente nell’aumento di rischio di malattie croniche rispetto alla quantità di grasso assunto.

  • Modifica della footnote: la nota a piè di tabella cambia per spiegare meglio cosa significa percentuale del valore giornaliero. Si leggerà: “* Il valore giornaliero % indica quanto un nutriente in una porzione di cibo contribuisce alla dieta quotidiana. 2.000 calorie al giorno vengono utilizzate per consigli nutrizionali generali” (“*The % Daily Value (DV) tells you how much a nutrient in a serving of food contributes to a daily diet. 2,000 calories a day is used for general nutrition advice”). Così, è stato rimosso il requisito per la tabella delle note a piè di pagina che elenca i valori di riferimento per alcuni nutrienti per diete da 2.000 e 2.500 calorie;
  • Variazione di alcuni valori di riferimento utilizzati nella dichiarazione della percentuale Daily Value (DV) di nutrienti sulle etichette nutrizionali: i valori giornalieri dei nutrienti vengono aggiornati sulla base di nuove prove scientifiche dell’Istituto di medicina e di altre fonti come il rapporto del comitato consultivo sulle linee guida dietetiche 2015, che è stato coinvolto nello sviluppo delle linee guida dietetiche 2015-2020 per americani.

Questo il link all’originale americano: https://www.fda.gov/food/nutrition-education-resources-materials/new-and-improved-nutrition-facts-label

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie in osservanza del nuovo Regolamento Privacy - GDPR maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi