Skip to main content

L’incarico RSPP Interno: Chi è, Quando è obbligatorio e chi lo può fare

By 12 Marzo 2024Aprile 29th, 2024Sicurezza sul Lavoro3 min read
L’incarico RSPP Interno: Chi è, Quando è obbligatorio e chi lo può fare

RSPP è l’acronimo che indica il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione in una azienda. 

Obbligatorio per legge, questo ruolo può essere ricoperto sia da un lavoratore facente parte del team aziendale o da un consulente esterno specializzato in materia di sicurezza sul posto di lavoro. 

Entrambe le alternative sono ammesse: l’importante è che il dipendente o il professionista esterno possieda i requisiti richiesti dalla normativa per svolgere tale ruolo. 

La sicurezza sul lavoro è un aspetto fondamentale per tutte le attività imprenditoriali, indipendentemente dalla loro natura; quindi, è bene che un RSPP sia all’altezza del suo incarico e sia adeguatamente formato. 

In questo articolo, vedremo quali sono le mansioni di un RSPP interno, chi può farlo e quali sono i requisiti per svolgere questa funzione. 

Cos’è un RSPP interno? 

Quando si parla di sicurezza sul lavoro, uno degli aspetti fondamentali riguarda la figura del Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP). 

L’RSPP è colui che ha il compito di garantire la sicurezza e la salute dei lavoratori all’interno di un’azienda. Ma cosa si intende esattamente per RSPP interno? 

Un RSPP interno è una persona che ricopre il ruolo di RSPP all’interno dell’azienda stessa, ovvero un dipendente che possiede i requisiti di legge per ricoprire tale ruolo e che viene nominato direttamente dal datore di lavoro. 

L’RSPP interno è obbligatorio anche nelle attività commerciali? 

Una delle domande più comuni riguarda l’obbligatorietà della figura dell’RSPP interno anche nelle attività commerciali. 

In base alla normativa vigente, l’obbligo di istituire un servizio di prevenzione e protezione interno e di avere un RSPP interno vale solo per le aziende industriali con più di 200 lavoratori. 

Ma cosa si intende esattamente per “azienda industriale”? 

La definizione di “azienda industriale” può essere oggetto di interpretazioni diverse tra dottrina e giurisprudenza. 

Secondo alcune definizioni classiche di economia aziendale, un’azienda industriale è quella che si occupa della produzione diretta di beni attraverso processi di trasformazione fisico-tecnica di materie prime o semilavorate. 

Tuttavia, la normativa previdenziale ed assistenziale fornisce una classificazione dei datori di lavoro basata su diversi settori, come industria, artigianato, agricoltura, terziario, credito e assicurazioni. 

L’orientamento prevalente, tuttavia, non si limita a una lettura univoca. 

Secondo la Cassazione penale, l’azienda che produce beni o servizi può essere considerata un’azienda industriale, indipendentemente dalla natura dell’attività svolta. 

Pertanto, l’obbligo di avere un RSPP interno potrebbe estendersi anche ad altre tipologie di aziende, come quelle commerciali o di servizi. 

 Quando può essere istituito un RSPP interno e chi può svolgere tale ruolo? 

La normativa prevede che il servizio di prevenzione e protezione debba essere organizzato prioritariamente all’interno dell’azienda o dell’unità produttiva. 

Pertanto, il datore di lavoro ha l’obbligo di istituire un servizio interno di prevenzione e protezione, a meno che non vi siano dipendenti che, all’interno dell’azienda o dell’unità produttiva, possiedano i requisiti di legge per svolgere tale ruolo. 

Ma chi può svolgere il ruolo di RSPP interno? Come accennato in precedenza, l’RSPP interno può essere sia un dipendente che possiede i requisiti di legge, sia un professionista esterno. 

Leggi anche: Differenze tra RSPP interno o esterno 

I requisiti di legge per ricoprire il ruolo di RSPP interno sono definiti dal Decreto Legislativo n. 81/2008 e possono variare in base alla tipologia di attività svolta e al numero di lavoratori presenti. 

L’RSPP interno ha il compito di coordinare e vigilare sull’applicazione delle misure di prevenzione e protezione, di redigere il Documento di Valutazione dei Rischi (DVR) e di fornire formazione e informazione ai lavoratori in materia di sicurezza sul lavoro. 

Leggi anche: RSPP Esterno

Richiedi una consulenza

Richiedi una consulenza
icona-preventivo

Thank you for your upload