Come sempre ci teniamo a tenere informati e costantemente aggiornati tutti i nostri lettori sulle novità legislative in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro e quindi vi riportiamo le disposizioni integrative e correttive del D.Lgs. 81/08.

Ecco un aggiornamento dei principali obblighi di legge a carico dei datori di lavoro sanciti dal D. Lgs. 81/08 (c.d. Testo Unico) come modificato dal recente D. Lgs. 106/09 (c.d. Decreto Correttivo). Per completezza d’informazione accanto agli obblighi, abbiamo indicato anche le nuove sanzioni previste dal Decreto Correttivo in caso di mancato adempimento. Nel merito, riteniamo opportuno far presente che l’ammenda, al pari dell’arresto, è una sanzione penale e, in quanto tale, comporta l’iscrizione del soggetto sanzionato nel casellario giudiziario.

Sicurezza nei luoghi di lavoro: specchietto riassuntivo

   Obbligo di legge                                                                                   Sanzione per mancato adempimento

Effettuare la valutazione dei rischi e redigere il relativo documento (DVR)  corredato di data certa    Arresto da 3 a 6 mesi o ammenda da 2.500 a 6.400 euro 
 Designare il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP)  Arresto da 3 a 6 mesi o ammenda da 2.500 a 6.400 euro
 Nominare il Medico Competente (MC) nei casi previsti dal Decreto 81/08  Arresto da 2 a 4 mesi o ammenda da 1.500 a 6.000 euro
Inviare i lavoratori alla visita medica entro le scadenze previste dal programma di sorveglianza sanitaria e richiedere al Medico Competente l’osservanza degli obblighi previsti a suo carico  Ammenda da 2.000 a 4.000 euro
 Fornire ai lavoratori gli adeguati Dispositivi di Protezione Individuale (DPI)  Arresto da 2 a 4 mesi o ammenda da 1.500 a 6.000 euro
 Designare i lavoratori incaricati delle misure di prevenzione, lotta antincendio e primo soccorso  Arresto da 2 a 4 mesi o ammenda da 1.200 a 5.200 euro
 Adempiere agli obblighi di informazione, formazione ed addestramento dei lavoratori e dei loro rappresentanti  Arresto da 2 a 4 mesi o ammenda da 1.200 a 5.200 euro
Elaborare il Documento Unitario di Valutazione dei Rischi da Interferenze (DUVRI) in caso di presenza in azienda di lavoratori terzi e/o lavorazioni affidate a terzi  Arresto da 2 a 4 mesi o ammenda da 1.500 a 6.000 euro
 Comunicare all’INAIL il nominativo del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS)  Sanzione pecuniaria amministrativa da 50 a 300 euro

 

Sicurezza nei luoghi di lavoro, altre importanti novità introdotte dal Decreto Correttivo sono:

–          Introduzione, tra le categorie non computabili ai fini dell’osservanza della norma, dei lavoratori in prova

–          Slittamento della valutazione dello stress lavoro-correlato al 1° agosto 2010

–          Comunicazione all’INAIL del nominativo dell’RLS non più annualmente ma solo in caso di prima nomina o nuova nomina

Vuoi saperne di più?

Chiamaci allo 06 7840919

–          Possibilità di eseguire visite mediche preassuntive

–          Introduzione della sub-delega in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro

–          Possibilità da parte del datore di lavoro di assumere, nelle piccole imprese o nelle unità produttive fino a 5 dipendenti, i compiti di addetto all’antincendio, evacuazione e primo                  soccorso, previa frequenza degli specifici corsi

–          Revisione delle condizioni e delle modalità per l’accertamento della tossico/alcool-dipendenza, da definire entro il 31.12.2009 da parte della Conferenza Stato-Regioni

–          Obbligo di formazione anche per dirigenti e preposti.