Skip to main content
Tag

decreto milleproroghe

novità sistri gara consip

Milleproroghe e ultime novità sul SISTRI

By Sicurezza AmbientaleNo Comments

Il Parlamento, in data 23/02/2017 a seguito della conversione del Decreto Milleproroghe ex D.l. 244/2016 del 30/12/2016, ha validato la formulazione dell’articolo 12, comma 1 che dispone i termini relativi al rinvio del subentro del nuovo gestore SISTRI alla data più vicina e comunque non oltre il 31 dicembre 2017.

Inoltre:

  • Restano non applicabili le sanzioni che puniscono l’omesso o erroneo tracciamento SISTRI dei rifiuti movimentati;
  • Continua l’applicazione della riduzione del 50% sulle sanzioni relative alla mancata iscrizione del SISTRI e/o il mancato pagamento del contributo relativo;
  • Continuano ad applicarsi gli obblighi di tracciamento della movimentazione dei rifiuti tramite registri di carico e scarico, formulari e MUD e le relative sanzioni relativamente alla loro erronea compilazione.

 

novità sistri gara consip

 

Relativamente al nuovo gestore, la gara a procedura ristretta, indetta da Consip per l’affidamento in concessione del Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti,  è stata di nuovo aggiudicata a RTI Almaviva S.p.A – Telecom Italia S.p.A – Agriconsulting S.p.A..

Le 3 società, dopo essersi aggiudicate la gara in data 04 agosto 2016, avevano subito un ricorso dalla società Exitone s.p.a. – in proprio e nella qualità di mandataria del costituendo RTI con Dedalus s.p.a. e Lutech s.p.a. – per l’annullamento e sospensione del provvedimento con il quale la Consip aveva aggiudicato la procedura per l’affidamento in concessione del sistema SISTRI per il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (MATTM) in favore del RTI capitanata da Almaviva S.p.A..

Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio aveva respinto l’istanza cautelare e fissato per la trattazione della causa una pubblica udienza del 25 gennaio 2017.

Il Tar afferma che, secondo quanto documentato dalla Consip, il provvedimento di aggiudicazione disposto in favore del RTI Almaviva è stato annullato, in via di autotutela.

Ritenuto che tale circostanza renda improcedibile per sopravvenuta carenza di interesse il ricorso principale e che analoga sorte abbia, per conseguenza, anche quello incidentale, pertanto definitivamente pronunciando sul ricorso lo dichiara improcedibile per sopravvenuta carenza di interesse.

L’improcedibilità dello svolgimento della causa, ha prodotto l’aggiudicazione della gara alla RTI Almaviva Spa – Telecom Italia Spa – Agriconsulting Spa.

 

Revisione macchine agricole: obbligo dal 1 GENNAIO 2016

By Sicurezza sul LavoroNo Comments

Revisione macchine agricole , le date

Nel cosiddetto Decreto Milleproroghe, (decreto legge 31 Dicembre 2014, n.192), ovvero il provvedimento che proroga i termini delle scadenze previsti precedentemente dalle norme, è previsto lo slittamento del termine per gli interventi di revisione macchine agricole , relativi alla sicurezza delle macchine agricole in circolazione.

All’art. 8, comma 5 del decreto è prorogata la scadenza per l’attuazione della revisione delle macchine agricole prevista dall’art. 111 del codice della strada.

Pertanto il decreto con cui si dispone la revisione obbligatoria delle macchine agricole soggette ad immatricolazione dovrà essere emanato dal Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, di concerto con il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, entro e non oltre il 30 Giugno 2015.

La revisione quindi partirà dal 31 Dicembre 2015 con precedenza per quelle immatricolate antecedentemente al 1° Gennaio 2009.

revisione-macchine-agricole

 

Revisione macchine agricole in circolazione , Art. 111 Nuovo codice della strada (decreto legisl. 30 Aprile 1992 n. 285 e successive modificazioni) in vigore dal 1 marzo 2014  

“Al fine di garantire adeguati livelli di sicurezza nei luoghi di lavoro e nella circolazione stradale, il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, di concerto con il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, con decreto da adottare entro e non oltre il 30 giugno 2015, dispone la revisione obbligatoria delle macchine agricole soggette ad immatricolazione a norma dell’articolo 110, al fine di accertarne lo stato di efficienza e la permanenza dei requisiti minimi di idoneità per la sicurezza della circolazione.

Con il medesimo decreto è disposta, a far data dal 31 Dicembre 2015, la revisione obbligatoria delle macchine agricole in circolazione soggette ad immatricolazione in ragione del relativo stato di vetustà e con precedenza per quelle immatricolate antecedentemente al 1° Gennaio 2009,

e sono stabiliti, d’intesa con la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano, i criteri, le modalità ed i contenuti della formazione professionale per il conseguimento dell’abilitazione all’uso delle macchine agricole, in attuazione di quanto disposto dall’articolo 73 del decreto legislativo 9 Aprile 2008, n. 81″.

Milleproroghe, il Sistri slitta al 2016

By Sicurezza Ambientale3 Comments

Milleproroghe : nuove scadenze ambientali per la tracciabilità dei rifiuti

Il decreto Milleproroghe, pubblicato sulla Gazzetta ufficiale il 31 dicembre 2014, ha previsto lo slittamento al 1 gennaio 2016 delle sanzioni relative al Sistri. Ciò per permettere “la tenuta in modalità elettronica dei registri di carico e scarico e dei formulari di accompagnamento dei rifiuti trasportati nonché l’applicazione delle altre semplificazioni e le opportune modifiche normative».

Slittano invece solo al 1 febbraio 2015 le sanzioni per il mancato pagamento del contributo annuale.

Viene confermato dunque l’emendamento presentato a novembre, tanto atteso come avevamo scritto su questo sito il 19 novembre, e le aziende avranno dunque tempo per adeguarsi al nuovo sistema mantenendo per ora il doppio binario.

Approvazione del Modello Unico di dichiarazione ambientale (MUD) per l’anno 2015

Vista la ancora non piena operatività del Sistri è stata approvata la nuova modulistica da utilizzare per la dichiarazione ambientale (Mud) che gli interessanti dovranno effettuare entro il 30 aprile 2015 con riferimento ai rifiuti gestiti nel corso del 2014.

Il modello unico approvato con Dpcm 17 dicembre 2014  sostituisce i precedenti e sarà utilizzato fino all’entrata in operatività del sistema Sistema di controllo dell tracciabilità dei rifiuti (Sistri).

Aggiornamento: le ultime sistri news

 

 GRUPPO MAURIZI CAMBIA SEDE

 

La nostra Azienda è cresciuta negli ultimi anni e la nostra sede crescerà con noi.

Per fare spazio a nuovi progetti, clienti e collaboratori, abbiamo scelto una sede più grande.

Da lunedì 20 giugno potrai trovarci nel nostro nuovo Headquarter a questo indirizzo:

 

Gruppo Maurizi s.r.l.

Via Pellaro 22, 00178 Roma

 

A partire da tale data tutti i campioni del laboratorio dovranno essere spediti e/o consegnati al nuovo indirizzo.

This will close in 0 seconds

Richiedi una consulenza
icona-preventivo