Skip to main content
Tag

prevenzione

Compartecipazione bando Inail

Bando Prevenzione 2015: nuovi finanziamenti dall’INAIL

By Sicurezza sul LavoroNo Comments

Bando Inail prevenzione 2015I progetti dovranno essere realizzati in regime di compartecipazione con organismi pubblici e privati, enti locali, università, istituzioni scolastiche, mondo del non profit, associazioni di categoria e sindacati.

Il nuovo bando, rientrante nell’ambito delle strategie prevenzionali dell’Istituto delineate dal Consiglio di Indirizzo e Vigilanza, privilegerà le proposte riguardanti gli interventi a favore del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza (RLS).

In ogni caso, i finanziamenti non potranno superare l’importo massimo di 500mila euro (del quale non oltre il 50% a carico dell’INAIL) e non saranno ammissibili le spese sostenute per l’acquisto di mobili, attrezzature, veicoli, infrastrutture, beni immobili e terreni.

Il bando è del tutto estemporaneo e di natura decisamente differente dall’ormai “tradizionale” bando ISI INAIL, puntualmente pubblicato negli ultimi anni a gennaio.

A differenza del bando in corso, il bando ISI INAIL prevede infatti tempi e fasi ben definite, con la possibilità di effettuare per la singola azienda interventi mirati tramite una preventiva simulazione online per la verifica del raggiungimento del punteggio minimo in relazione al progetto che si intende realizzare. Segue poi la fase del click day per ottenere la vera e propria ammissione a presentare il proprio progetto di miglioramento in materia di sicurezza sul lavoro.

[fusion_builder_container hundred_percent=”yes” overflow=”visible”][fusion_builder_row][fusion_builder_column type=”1_1″ background_position=”left top” background_color=”” border_size=”” border_color=”” border_style=”solid” spacing=”yes” background_image=”” background_repeat=”no-repeat” padding=”” margin_top=”0px” margin_bottom=”0px” class=”” id=”” animation_type=”” animation_speed=”0.3″ animation_direction=”left” hide_on_mobile=”no” center_content=”no” min_height=”none”][fusion_title size=”3″ content_align=”left” style_type=”single solid”]Il bando nelle Linee di Indirizzo Operative per la Prevenzione 2015[/fusion_title]

Come viene descritto nel bando pubblicato dall’INAIL, contenente criteri e modalità per la realizzazione dei progetti, verranno valorizzate le azioni di “sistema” per consolidare la rete di rapporti sia a livello centrale che territoriale.

Le indicazioni si basano su due direttrici:

  • Interazione con le Istituzioni
  • Sinergia con le Parti sociali

Gli accordi saranno quindi finalizzati ad identificare possibili interventi congiunti di prevenzione ed alla realizzazione di servizi e prodotti da attuare, partendo da un’analisi per la comprensione del fenomeno infortunistico e di malattie professionali nello specifico settore di riferimento.

[/fusion_builder_column][fusion_builder_column type=”1_1″ background_position=”left top” background_color=”” border_size=”” border_color=”” border_style=”solid” spacing=”yes” background_image=”” background_repeat=”no-repeat” padding=”” margin_top=”0px” margin_bottom=”0px” class=”” id=”” animation_type=”” animation_speed=”0.3″ animation_direction=”left” hide_on_mobile=”no” center_content=”no” min_height=”none”][fusion_title size=”3″ content_align=”left” style_type=”single solid”]I temi prioritari del bando[/fusion_title]

Il bando evidenzia alcuni temi specifici, ritenuti prioritari dal Piano Nazionale di Prevenzione (PNP) 2014-2018. Tra questi:

  • Infortuni su strada
  • Agricoltura
  • Edilizia
  • Infortuni in ambiente sanitario
  • Malattie professionali

Di particolare rilevanza saranno poi considerati i progetti mirati all’informazione e lo sviluppo della cultura della prevenzione per la figura del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS), con particolare riferimento ai settori dell’edilizia, dell’agricoltura ed alle aziende sanitarie ed ospedaliere.

Sono proponibili progetti a valenza nazionale che rispondano alle finalità istituzionali della Direzione centrale in tema di infortuni e malattie professionali, così come definite dall’area prioritaria di intervento.

Compartecipazione bando InailNegli accordi dovrà essere evidenziata la natura associativa della convenzione, con l’indicazione puntale della suddivisione di compiti e responsabilità delle parti.

[/fusion_builder_column][fusion_builder_column type=”1_1″ background_position=”left top” background_color=”” border_size=”” border_color=”” border_style=”solid” spacing=”yes” background_image=”” background_repeat=”no-repeat” padding=”” margin_top=”0px” margin_bottom=”0px” class=”” id=”” animation_type=”” animation_speed=”0.3″ animation_direction=”left” hide_on_mobile=”no” center_content=”no” min_height=”none”][fusion_title size=”3″ content_align=”left” style_type=”single solid”]Progetti rivolti a singole imprese[/fusion_title]

Il bando non prevede la presentazione di progetti rivolti a singoli imprese. Eventuali accordi potranno essere ammessi solo nel caso in comportino una forte ricaduta nel settore o sulla filiera produttiva di interesse (intesa in termini di ampiezza del pubblico di destinatari raggiunto), assicurando comunque il più ampio coinvolgimento delle parti sociali.

I progetti vanno presentati via Pec entro il 30 novembre 2015.

[/fusion_builder_column][fusion_builder_column type=”1_1″ background_position=”left top” background_color=”” border_size=”” border_color=”” border_style=”solid” spacing=”yes” background_image=”” background_repeat=”no-repeat” padding=”” margin_top=”0px” margin_bottom=”0px” class=”” id=”” animation_type=”” animation_speed=”0.3″ animation_direction=”left” hide_on_mobile=”no” center_content=”no” min_height=”none”][sc:cta text=”Vuoi saperne di più?” url=”mailto:info@gruppomaurizi.it” button=”Contattaci”]

[/fusion_builder_column][/fusion_builder_row][/fusion_builder_container]
cose da non credere ristorante

“Cose Da Non Credere”: come cambia il rapporto tra consumatori e imprese

By Attività in EvidenzaNo Comments

cose da non credere ristoranteL’incontro Cose da non credere è stato l’occasione per discutere di consapevolezza dei consumi e porre le basi per un dialogo costruttivo in direzione di un rapporto sempre più trasparente tra impresa e consumatori. Tema, quest’ultimo, cui è rivolta un’attenzione particolare nel settore Food, protagonista di uno dei quattro tavoli tematici dell’evento.

[fusion_builder_container hundred_percent=”yes” overflow=”visible”][fusion_builder_row][fusion_builder_column type=”1_1″ background_position=”left top” background_color=”” border_size=”” border_color=”” border_style=”solid” spacing=”yes” background_image=”” background_repeat=”no-repeat” padding=”” margin_top=”0px” margin_bottom=”0px” class=”” id=”” animation_type=”” animation_speed=”0.3″ animation_direction=”left” hide_on_mobile=”no” center_content=”no” min_height=”none”][fusion_title size=”3″ content_align=”left” style_type=”single solid”]Mangiare è una cosa seria[/fusion_title]

Nel Belpaese, si sa, il cibo è prima di tutto cultura: per il consumatore italiano l’alimentazione riveste un’importanza di prim’ordine e l’attenzione alla qualità, sostenibilità e sicurezza dei prodotti assume sempre più un ruolo imprescindibile nei processi di acquisto e consumo.

Ma quanto siamo davvero consapevoli di quello che mangiamo (o di dove lo facciamo)?

[/fusion_builder_column][fusion_builder_column type=”1_1″ background_position=”left top” background_color=”” border_size=”” border_color=”” border_style=”solid” spacing=”yes” background_image=”” background_repeat=”no-repeat” padding=”” margin_top=”0px” margin_bottom=”0px” class=”” id=”” animation_type=”” animation_speed=”0.3″ animation_direction=”left” hide_on_mobile=”no” center_content=”no” min_height=”none”][fusion_title size=”3″ content_align=”left” style_type=”single solid”]Quello che non sapevate[/fusion_title]

Le aziende del settore agroalimentare italiane sono sempre più attente alle esigenze espresse dai propri clienti, con il supporto delle normative a tutela della salute del consumatore.

  • Il rispetto dei requisiti igienico-sanitari delle attività
  • La prevenzione e la lotta agli infestanti
  • La rintracciabilità delle materie prime utilizzate
  • L’accessibilità delle indicazioni al consumatore: la lista allergeni
  • L’accuratezza delle metodologie di lavorazione e conservazione degli alimenti
  • La produzione certificata di alimenti rivolti a consumatori sensibili (quali i prodotti Gluten Free, Halal, Kosher…)

sono solo alcuni degli esempi dell’impegno quotidiano delle imprese nostrane più virtuose, spesso non pienamente percepito dai consumatori.

[/fusion_builder_column][fusion_builder_column type=”1_1″ background_position=”left top” background_color=”” border_size=”” border_color=”” border_style=”solid” spacing=”yes” background_image=”” background_repeat=”no-repeat” padding=”” margin_top=”0px” margin_bottom=”0px” class=”” id=”” animation_type=”” animation_speed=”0.3″ animation_direction=”left” hide_on_mobile=”no” center_content=”no” min_height=”none”][fusion_title size=”3″ content_align=”left” style_type=”single solid”]Di cosa si è parlato?[/fusion_title]

Da questo nasce Gusto Sicuro, riconoscimento dell’impegno concreto di tutte le aziende attente alla qualità e alla sicurezza alimentare che cercano un rapporto trasparente con i propri clienti, nonché strumento di conoscenza e tutela per i consumatori.

Servizi Gusto Sicuro

L’iniziativa vuole offrire alle imprese meritevoli e alle best practices del settore Food una vetrina per veicolare e promuovere i valori condivisi con i consumatori, cui viene al contempo fornito un mezzo innovativo per effettuare una scelta consapevole, basata su criteri oggettivi di qualità, buone pratiche e rispetto delle norme di legge.

Scopri l’elenco dei locali certificati Gusto Sicuro! 

 [/fusion_builder_column][/fusion_builder_row][/fusion_builder_container]

 

 GRUPPO MAURIZI CAMBIA SEDE

 

La nostra Azienda è cresciuta negli ultimi anni e la nostra sede crescerà con noi.

Per fare spazio a nuovi progetti, clienti e collaboratori, abbiamo scelto una sede più grande.

Da lunedì 20 giugno potrai trovarci nel nostro nuovo Headquarter a questo indirizzo:

 

Gruppo Maurizi s.r.l.

Via Pellaro 22, 00178 Roma

 

A partire da tale data tutti i campioni del laboratorio dovranno essere spediti e/o consegnati al nuovo indirizzo.

This will close in 0 seconds

Richiedi una consulenza
icona-preventivo