Skip to main content
Tag

Reg UE 1006/2015

Piombo e Arsenico riso

Nuovi limiti per piombo e arsenico inorganico negli alimenti

By Sicurezza AlimentareOne Comment

Piombo e Arsenico regolamenti UETutti i prodotti già immessi sul mercato prima di questa data possono pertanto continuare ad essere commercializzati fino alla loro durata minima di conservazione o scadenza.

[fusion_builder_container hundred_percent=”yes” overflow=”visible”][fusion_builder_row][fusion_builder_column type=”1_1″ background_position=”left top” background_color=”” border_size=”” border_color=”” border_style=”solid” spacing=”yes” background_image=”” background_repeat=”no-repeat” padding=”” margin_top=”0px” margin_bottom=”0px” class=”” id=”” animation_type=”” animation_speed=”0.3″ animation_direction=”left” hide_on_mobile=”no” center_content=”no” min_height=”none”][fusion_title size=”3″ content_align=”left” style_type=”single solid”]La novità più importante riguarda l’arsenico (Reg UE 1006/2015)[/fusion_title]

Fino ad oggi, per l’arsenico non era previsto nessun limite sugli alimenti, ma solo per l’acqua. Studi dell’EFSA hanno infatti dimostrato che forti consumatori di riso in Europa e i bambini di età inferiore ai 3 anni, sono i più esposti all’arsenico inorganico attraverso l’alimentazione. Da qui la necessità di definire dei limiti per l’arsenico per il riso e i prodotti a base di riso quali cracker, gallette, dolci di riso, cialde ecc.

Le nuove voci e i loro limiti per l’arsenico inorganico sono:

  • piombo e arsenico risoRiso lavorato non parboiled (riso brillato o bianco) <0.20mg/kg
  • Riso parboiled e riso semigreggio <0.25mg/kg
  • Cialde di riso, cialdine di riso, cracker di riso e dolci di riso < 0.30 mg/kg
  • Riso destinato alla produzione di alimenti per lattanti e i bambini < 0.10 mg/kg

[/fusion_builder_column][fusion_builder_column type=”1_1″ background_position=”left top” background_color=”” border_size=”” border_color=”” border_style=”solid” spacing=”yes” background_image=”” background_repeat=”no-repeat” padding=”” margin_top=”0px” margin_bottom=”0px” class=”” id=”” animation_type=”” animation_speed=”0.3″ animation_direction=”left” hide_on_mobile=”no” center_content=”no” min_height=”none”][fusion_title size=”3″ content_align=”left” style_type=”single solid”]Le novità riguardanti il piombo (Reg UE 1005/2015)[/fusion_title]

sono più articolate e scaturiscono sempre da un parere EFSA per:

  • diminuire l’esposizione dei lattanti e bambini fino ai 3 anni come anche delle donne in età fertile;
  • rivedere alcuni limiti che erano stati distinti per alcune specie vegetali,come anche rivedere alcuni limiti in modo più restrittivo.

Una novità importante riguarda il miele, per il quale non era previsto un limite. Il rilevamento di tale sostanza ha tuttavia generato delle contromisure degli Stati Membri che hanno creato difficoltà a livello di commercializzazione nel mercato comune.

Le nuove voci inserite per il piombo sono:

 

  • Alimenti a base di cerali e altri alimenti destinati ai lattanti e ai bambini <0.050mg/kg
  • Alimenti a fini medici speciali destinati in modo specifico ai lattanti, commercializzati
    • in polvere <0.050mg/kg
    • allo stato liquido <0.010mg/kg
  • Bevande destinate ai lattanti e ai bambini etichettate e vendute come tali
    • Commercializzate allo stato liquido o da ricostituire <0.030mg/kg
    • Da preparare mediante infusione o decozione <1.50mg/kg
  • Ortaggi esclusi cavoli a foglia, salsefica, ortaggi a foglia ed erbe fresche, funghi, alghe marine e ortaggi a frutto <0.10mg/kg
  • Mirtilli rossi, ribes a grappoli, bacche di sambuco e frutti del corbezzoli <0.20mg/kg
  • Ortaggi a frutto
  • Granoturco dolce <0.10mg/kg
  • Altri diversi dal granoturco dolce <0.05mg/kg
  • Miele <0.10mg/kg

I principali cambiamenti riguardano invece le seguenti voci:

  • Crostacei
  • Cerali e leguminose
  • Ortaggi
  • Cavoli a foglia, salsefica, ortaggi a foglia escluse le erbe fresche e i seguenti funghi: Agaricus bisporus (prataioli), Pleurotus ostreatus (orecchioni), Lentinus erode (Shitake)
  • Frutta, esclusi mirtilli rossi, ribes a grappoli, bacche di sambuco e frutti del corbezzolo
  • Vini

Queste ultime sono state modificate con inserimento di limiti diversi o per lo più con aggiunta di più voci che differenziano le tipologie di alimenti. Si rimanda al testo ufficiale per un approfondimento e per i limiti di dettaglio.

[/fusion_builder_column][fusion_builder_column type=”1_1″ background_position=”left top” background_color=”” border_size=”” border_color=”” border_style=”solid” spacing=”yes” background_image=”” background_repeat=”no-repeat” padding=”” margin_top=”0px” margin_bottom=”0px” class=”” id=”” animation_type=”” animation_speed=”0.3″ animation_direction=”left” hide_on_mobile=”no” center_content=”no” min_height=”none”][sc:cta text=”Per saperne di più” url=”https://gruppomaurizi.it/servizi/sicurezza-alimentare/” button=”Scopri i nostri servizi attinenti”]

[/fusion_builder_column][/fusion_builder_row][/fusion_builder_container]

 

 GRUPPO MAURIZI CAMBIA SEDE

 

La nostra Azienda è cresciuta negli ultimi anni e la nostra sede crescerà con noi.

Per fare spazio a nuovi progetti, clienti e collaboratori, abbiamo scelto una sede più grande.

Da lunedì 20 giugno potrai trovarci nel nostro nuovo Headquarter a questo indirizzo:

 

Gruppo Maurizi s.r.l.

Via Pellaro 22, 00178 Roma

 

A partire da tale data tutti i campioni del laboratorio dovranno essere spediti e/o consegnati al nuovo indirizzo.

This will close in 0 seconds

Richiedi una consulenza
icona-preventivo